Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U

Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U

Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U

"La Commissione - sottolinea Lorenzin - avrà il compito di monitorarne costantemente il contenuto dei Lea, escludendo prestazioni, servizi o attività che divengano obsoleti e valutando di erogare a carico del Servizio sanitario nazionale trattamenti che, nel tempo, si dimostrino innovativi o efficaci per la cura dei pazienti". Molte le novità per i livelli essenziali di assistenza aggiornati dopo 15 anni.

Nella nuova formulazione dei Lea rientrano la fecondazione assistita eterologa ed omologa, i nuovi vaccini (come l'anti-Papillomavirus, che sarà esteso anche ai maschi, l'anti-Pneumococco e l'anti-Meningococco), lo screening alla nascita e l'esenzione dal ticket per chi soffre di endometriosi e di broncopneumopatia cronico ostruttiva negli stadi clinici "moderato", "grave" e "molto grave".

"Con la sottoscrizione da parte del presidente del Consiglio Gentiloni, del decreto sui LEA, si è raggiunto un traguardo fondamentale in materia sanitaria, completando un iter lungo e complesso, relativo all'aggiornamento delle prestazioni sanitarie obbligatorie che i servizi sanitari regionali sono tenuti a fornire in favore di cittadini e cittadine".

In Italia i malati di malattie rare sono tra i 450mila e i 600mila, e con i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza saranno coperte dal SSN 300mila persone che oggi ne sono prive. "Solleciteremo tutti un veloce via libera, perché si tratta di una grande occasione per i cittadini". Il decreto è stato firmato dal Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, ancora ricoverato in ospedale, e l'annuncio è stato dato su Twitter dal portavoce Filippo Sensi.

Nuovi Lea, appena nati sono già vecchi
Sanità, nuovi Lea: ecco cosa cambia con i nuovi Livelli essenziali di Assistenza

Tra le varie attività che entrano nel Lea ci sono tutte le prestazioni di procreazione medicalmente assistita (Pma), compresa l'eterologa, che già veniva passata da alcuni sistemi sanitari regionali ma non da tutti. Tra le malattie croniche sono introdotte sei nuove patologie, ovvero la sindrome di talidomide, l'osteomelite cronica, le patologie renali croniche, il rene policistico autosomico dominante. Come spiega Quotidiano Sanità, che riepiloga bene tutte le novità previste nei Lea, "viene previsto l'inserimento dell'endometriosi nell'elenco delle patologie croniche ed invalidanti, negli stadi clinici "moderato" e "grave".

Quali sono le principali novita' introdotte nella sanita' pubblica?

Con i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza 2017, invece, tra le malattie croniche vengono inserite la celiachia e la sindrome di Down. Con i nuovi Lea si rinnova anche il nomenclatore dell'assistenza protesica, che prevede fra le altre cose gli arti artificiali a tecnologia avanzata.

Entra nel "pacchetto" anche l'enteroscopia con microcamera ingeribile, ovvero la possibilità di effettuare una gastroscopia attraverso l'ingestione di una pillola contenente una microcamera.